tre mesi ed un orto

ma buongiorno!! oggi vi racconto tutto quello che è successo in questi mesi nei quali non mi sono fatta sentire

normalmente a febbraio, sarà che finalmente aumenta la luce del sole, sarà che si inizia a sentire il profumo della primavera in arrivo con i primi cinguettii ed i primi fiori, io entro in dieta dimagrante ferrea per perdere quei, fortunatamente pochi chili presi durante le scorpacciate invernali

periodo di magra per me ma anche per i miei familiari, taaaaantoooo prosciutto cotto ed  insalata, ogni tanto alternato a della ventresca di tonno sott’olio ed… insalata… qualche volta con una pasta al sugo per loro quando proprio il frigorifero piange

il mio splendido consorte, ormai abituato a questo regime, non si lamenta più di tanto, anche perchè, fortunatamente per lui, ogni tanto mangia al ristorante per lavoro

capite bene che in queste condizioni non avevo molto da riportarvi…credo che una insalata mista siano proprio capaci tutti a farla e non sia, soprattutto, così attrattiva

bene… i chili sono spariti, il mio peso da “costume da bagno” è ritornato e quindi eccomi qui!

ma nel frattempo qualcosina è successo di nuovo e mi piace moltissimo: spinti da anni da un nostro carissimo amico abbiamo finalmene ceduto ed iniziato a fare il nostro orto

vicino a casa, in campagnetta, abbiamo preso un piccolo pezzetto di terra perfetto da coltivare, per prima cosa, con grande aiuto è stato dissodato, poi concimato ed infine siamo intervenuti il consorte ed io a seminare tutto quello che mi veniva in mente…ma proprio tutto!

sapete che è bellissimo?!  per prima cosa lavorare la terra è un lavoro zen… il tempo passa, non pensi altro che a quello che stai facendo e la tua mente si libera di tutto…la fatica è tanta, davvero tanta, e poi ti senti stanco e soddisfatto come dopo una lunga camminata in montagna, quella meravigliosa stanchezza positiva

sapere che tutti quei semi lavorano per noi (parole del nostro vate) vedere le piante crescere, i primi frutti, le prime insalate…il profumo delle piante di pomodoro, le piante di patate…si… sono cresciute: sotterri una patata e da li tutto inizia… il  mistero ed il dono della naura  vi consiglio vivamente di provare, lo scorso anno avevamo messo dei pomodori sul terrazzo, ci sono mille possibili modi per produrre, anche su piccoli terrazzini: è magnifico

così ieri, dopo avere seminato ancora un pò di insalata ( attenzione per seminare ci vuole la luna giusta…per l’insalata e la maggior parte di prodotti serve la luna calante) ho avuto l’emozione di raccogliere i primi prodotti: bietole, zucchine ed insalate miste

ora devo proprio cucinare…

ci sono ovviamente moltissime cose che dobbiamo imparare e soprattutto migliorare, la prima in assoluto è l’orario in cui andare in orto…siamo in campagna solo nei momenti di riposo quindi la mattina si fanno le cose con calma…colazione in giardino con cosine buone, dolcetti, un paio di caffè…due coccole a soufflé…si arriva in orto alle 11…no buono! a mezzogorno siamo bolliti e storditi… quindi abbiamo deciso che le nostre attenzioni l’orto le avrà solo dopo le 17…mica avrete pensato ci saremmo svegliati prima vero??!!!

 

se avete voglia di investire qui ancora qualche minuto vi faccio vedere il video fatto per i cuccioli di casa (ormai quasi trentenni) tutti sparsi per il mondo…ah! quando all’inizio faccio vedere delle piantine di peperoni…sono cetrioli…beh si, ho iniziato a mettere delle targhette per ricordare cosa sia la pianta almeno finchè non metterà il suo frutto

 

4 thoughts on “tre mesi ed un orto

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.