qualche cambiamento per mettere ordine

sta cambiando qualche cosa, forse qualcosa in me oppure è solo arrivato il tempo giusto di mettere in ordine

a proposito di ordine…dopo 4 anni, ebbene si ho detto 4!!! ho messo davvero e totalmente in ordine la camera che era del saggio e che ora sarebbe il mio studio

più o meno

in effetti c’è la mia scrivania, ma anche un enorme calciobalilla, quello proprio dei bar, e la batteria del mio consorte

ma stiamo parlando di cambiamenti  qui, nel blog, o meglio in quello che io considero il mio viale si struscio, si un viale dove tutti possiamo passare e salutare chi desideriamo, in questo caso l’articolo che più ci aggrada o la chiacchera a cui desideriamo rispondere Continue reading “qualche cambiamento per mettere ordine”

un sorriso per un involtino

il genio si è proprio stufato di mangiare poco o niente, adeguandosi alla mia gastrite ma soprattutto alla mia assoluta mancanza di idee culinarie nonchè voglia di cucinare…povero lui, con il discorso dello studio in casa (nostra) e quindi ovvio pranzo insieme si è sorbettato un incredibilmente lungo periodo di prosciutto cotto e crescenza Continue reading “un sorriso per un involtino”

i muffins del ritorno

ogni promessa è debito, quindi eccomi!

IMG_1398

oggi il tempo si è imbruscato, qui in campagnetta le nuvole hanno coperto il cielo e in lontananza  si sentono i tuoni rimbombare…soufflè gira per casa cercando un riparo dalla sua paura: sotto il tavolo della sala? forse meglio il divano…dai proviamo sotto il letto! cucciolo…le paure che deve avere provato da piccolo randagio non lo hanno ancora abbandonato

niente mare quindi oggi, niente taglio di erba, il mio solo lavoro, dato e concesso al giardino, dal mio super polliceverde marito…io ho idee grandiose e pirotecniche per le piante ma devo stare assolutamente lontana da loro: potrei fare morire anche quelle di plastica…così il mio unico compito, oltre a dare moooooolti consigli, è quello di tagliare l’erba dei prati …almeno non faccio danni! Continue reading “i muffins del ritorno”

sempre tua, Lella

Scusami!

Scusami blogghino mio adorato…ti ho voluto tantissimo, desiderato e costruito, ti ho coccolato ed aggiustato sulla mia persona… ogni volta che ti vengo a trovare mi brillano gli occhi e mi piaci sempre di più e… per lungo, lunghissimo tempo ti ho abbandonato!

coccole2

Piccole cose, un periodo di difficoltà ( niente di che, non preoccuparti, solo gastrite ma sai… parlando di cucina…) una battuta di un’amica” fai cose troppo pesanti, noi non mangiamo così” ma d’altra parte, non posso mica scrivere sulle scaloppine al limone o il pesce al forno… queste sono cosine più golose, scritte per rendere te goloso

poi i chili che spariscono( se non mangio per il mal di stomaco, anche i chili mi abbandonano) già ma a questo punto perché fare uno stufato o una zuppa di pesce se mangiando tonno ed insalata riempio la pancia che così non duole, e non ingrasso?

Ma oggi sento la tua mancanza! Vero, ho ripreso a cucinare un po’ ed ancora non ho ripreso a scriverti, a coccolarti

coccole4

 

blogghino mio dolcissimo mi dai ancora qualche giorno? Domani iniziano le ferie, sai che come ogni 31 luglio sarà una giornata particolare ma ti assicuro, giurin giuretta, che arrivo… manchi troppo

sempre tua

lella

il mio comfort food e la brioche soffice come una piuma

oggi ho capito qualcosa in più di me… ho capito quale è  il mio comfort food, ma anche il perchè…mica briscole…

quando ero ragazzina al liceo, ero considerata la cicciotta di casa…mia mamma era magrissima e mia sorella altrettanto, entrambe rifiutavano il cibo se arrabbiate, entrambe avevano evidentemente un metabolismo che andava almeno il doppio del mio…quando tornavo a casa da scuola dopo 5 ore di, quasi, duro lavoro avrei mangiato un bue…mamma preparava la pasta con un sugo così buono che mi sarei mangiata la dose di tutti… ma la quantità era 250 gr per 4 persone…quando arrivava in tavola si serviva per prima mia sorella “prendine ancora, che è poca” (mamma) ” no! non ne voglio più” ( sorella); poi si serviva mio papà e quindi io e…” poca eh..”(mamma) Continue reading “il mio comfort food e la brioche soffice come una piuma”

colazione o pranzo?

quando, un paio di settimane fa, siamo stati a bruxelles per la sea food exposition, ho rivisto un’adorabile ragazza norvegese che lavora con nostri fornitori, con la quale ho fatto un po di chiacchiere di…cucina: abbiamo parlato di ‘nduja e di aringhe agrodolci e lei era molto contenta dell’esistenza del mio blog: finalmente un bel blog di cucina italiana… non ho voluto contraddirla… ma a ben vedere in questo blog di cucina italiana c’è ben poco

per non lasciare la via maestra, oggi ho preparato un buonissimo piatto anglo-indiano ( meno italiano di così) il kedgeree… è un piatto che adoro, pieno di sapori e profumi; oggi Continue reading “colazione o pranzo?”

insalata di polpo a modo mio

avete visto che meravigliose giornate? qui da noi cielo terso, mare piatto e tramontana…il verde degli alberi è brillante come solo in questa stagione, quando le foglie stanno crescendo ed il sole non le ha ancora sbiadite…la ripresa della natura.

e la cucina cambia, almeno la mia…inizia la predominanza della verdura e del pesce sulla carne… e proprio di pesce vi parlo oggi con un piatto estremamente versatile: l’insalata di polpo, fredda in estate, tiepida in primavera, gustosa e fresca, con tante consistenze diverse Continue reading “insalata di polpo a modo mio”